I 3 fattori per il successo del tuo video (seconda parte).
Realizzare un video di qualità.                     

Bentornati sul nostro blog! Dopo aver capito l’importanza del giusto equilibrio tra idea, qualità e collocazione del video ( vedi articolo),  ed aver  parlato del  "Visual Storytelling"( vedi articolo), prendiamo ora in esame il 2° fattore che determina il successo del tuo video:

LA QUALITA’
Per qualità del video non intendo solo la realizzazione di belle immagini con dei bei colori!
Per qualità intendo tutti gli elementi che rendono piacevole, comprensibile ed interessante il vostro video! Guardare un video sgranato, con illuminazioni errate, montato male e con una storia poco interessante, di certo non ci invoglierà a guardarlo.

Con la tecnologia in continua evoluzione che rende sempre più accessibile a tutti la possibilità di effettuare delle riprese con una qualità sempre più elevata, tutti si sentono pronti per realizzare i loro video.
ALT!
Pensate sempre al pubblico a cui vi rivolgete! Se fate dei video per farli vedere a parenti, amici o vicini di casa siete liberi di fare tutti gli esperimenti che volete.
Ma se il vostro obiettivo è quello di rivolgervi ad un pubblico più vasto, non basta avere l’ultimo modello di smartphone per fare dei video professionali!

Per realizzare dei video di qualità ed efficaci entrano in gioco vari fattori, fra cui:

- Scelte registiche e sceneggiatura
- Manualità nelle riprese e stile di montaggio
- Allestimenti delle scene
- Giusta illuminazione
- Attrezzature adatte
- e molto ancora...


Chi si accinge a realizzare un video “fai-da-te” è inizialmente portato a pensare che tutte queste cose siano superflue, ma non mi stancherò mai di ripetere: dipende dal vostro pubblico di destinazione!

Si dice che “Non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace”… però c’è un limite a tutto!

PONETEVI QUESTE DOMANDE PER CAPIRE SE IL VIDEO RISPETTA I VOSTRI OBIETTIVI QUALITATIVI:

1. I primi 8 secondi del video catturano l’attenzione?
Si stima che la media di tempo a disposizione per catturare l’attenzione dell’utente siano i primi 8 secondi del video. Se in quell’arco di tempo non riuscirete a catturare l’attenzione dello spettatore allora ciò che verrà dopo non sarà neanche guardato.
2. Il contenuto è davvero interessante anche per chi non vi conosce personalmente? I vostri amici e colleghi saranno più motivati a guardare le vostre creazioni, ma chi non vi conosce non si sentirà in dovere di farlo a meno che non abbiate realizzato qualcosa di davvero interessante.
3. Le immagini del video hanno una buona qualità? Le immagini sono nitide e ben comprensibili oppure sono buie e montate male?
4. I temi trattati sono coerenti con l’obiettivo prefissato? Oppure il video divaga troppo su temi meno pertinenti?
5. La durata del video totale è ragionevole? Il video è sufficientemente conciso o si dilunga troppo?

Se siete sicuri che la risposta per ognuna di queste domande sia un bel SI, allora è molto probabile che avete tra le mani un video di qualità ed efficace.

Non vi resta altro che passare all’ultima fase:

la giusta collocazione e sponsorizzazione, che vedremo nel  prossimo articolo!

Un saluto, Marco Omage

TORNA AL MENU BLOG

Ti serve un video?

SCOPRI I NOSTRI SERVIZI

Contatti

Scrivici